Come arieggiare casa in inverno senza sprechi energetici

porte scorrevoli

Arieggiare casa in inverno e in estate è importante per far uscire anidride carbonica e umidità in eccesso. In questo modo crei un ambiente più salubre e piacevole da vivere, ma rischi di far uscire anche prezioso calore. Facendo uscire il calore costringi il riscaldamento a lavorare di più, usi più energia e diminuisci l’efficienza energetica di casa tua.

 

La questione è di difficile risoluzione: hai installato infissi in alluminio a taglio termico per isolare la casa solo per far uscire tutto? Non è proprio il caso! Per fortuna stanno nascendo delle soluzioni alternative, che ti permettono di avere aria pulita e stanze calde.

 

 

Perché il ricambio d’aria in casa è importante

 

Ogni giorno compi attività che aumentano il livello di umidità dentro casa tua: cucini, ti lavi, fai il bucato, respiri. Il tuo solo stare in casa produce circa 20 l di vapore acqueo al giorno, destinati ad accumularsi su finestre e pareti. Vapore acqueo che si trasformerà in muffa, antiestetica e dannosa per la salute.

 

Grazie agli infissi in PVC o alluminio di ultima generazione, le case sono isolate in maniera quasi perfetta. Insieme al calore, però, rimane in trappola anche l’umidità. Infatti, i serramenti in PVC raccolgono opinioni negative solo quando si parla di muffa. Tante persone arrivano a dire che isolano “troppo” e che qualche spiffero è necessario, anche a costo di aumentare gli sprechi energetici.

 

Si tratta di una sciocchezza, è ovvio. In effetti, però, l’unico modo per far uscire l’umidità pare essere aprire le finestre, facendo però uscire anche il calore. Si calcola che tenere le finestre aperte troppo a lungo aumenti i costi di riscaldamento di circa il 25%. La prima cosa da fare sarebbe quindi comprendere quanto tempo serve per cambiare l’aria.

 

Quanto tempo per cambiare l’aria?

 

Ogni casa ha i propri tempi: dipende molto dalle dimensioni di stanze e finestre, dalla presenza o meno di raffiche di vento e dall’escursione termica. Se fuori fa molto freddo e dentro fa molto caldo, l’aria viziata – e calda – uscirà in circa 1-5 minuti. In estate ci potrebbero volere anche 30 minuti.

 

Le tempistiche dipendono anche dal tipo di finestra. Se hai degli infissi scorrevoli con ribalta, potresti aver bisogno di circa 30 minuti in inverno e 3 ore in estate. Se invece hai una porta finestra in PVC, quindi più grande di una semplice finestra, potresti aver bisogno di un paio di minuti e basta.

 

Per evitare la formazione di condensa, ricorda di arieggiare le stanze tutte le mattine. L’aria interna è infatti satura dell’anidride carbonica e dell’umidità accumulatesi durante le ore di sonno. Anche se fuori piove, è probabile che l’aria proveniente dall’esterno sia comunque più asciutta di quella dentro casa.

 

Aprire le finestre al mattino, ma non troppo

 

Per quanto il ricambio d’aria sia importante, cerca di evitare di tenere le finestre troppo aperte, specie in inverno. Ci sono due motivi principali per farlo.

  • Far entrare molta aria fredda potrebbe peggiorare il problema della muffa. Troppa escursione termica potrebbe facilitare la formazione di condensa e, una volta chiuse le finestre, aumentare l’umidità.
  • Tenere le finestre aperte a lungo aumenta i consumi energetici. Più tieni le finestre aperte, più calore esce e più tempo ci vorrà affinché la temperatura torni su buoni livelli. Tutto questo si traduce in un consumo energetico maggiore.

 

L’equilibrio tra aria pulita e aria calda può essere difficile da raggiungere. Anche per questo motivo, negli ultimi anni sono nati finestre scorrevoli in PVC che affrontano il problema.

 

 

Finestre scorrevoli in PVC con sistema di ventilazione

 

Le finestre scorrevoli in PVC activPilot Comfort PADM salvano capra e cavoli, come si suol dire. Sono infissi scorrevoli dotati di uno speciale sistema di apertura motorizzato, per aprirli del tutto o a ribalta. In più, hanno un’apertura parallela di 6 mm, che corre lungo tutto il perimetro dell’anta e regolabile con un bottone.

L’apertura in parallelo ha tre grossi vantaggi:

  • è sicura, dato che la finestra rimane chiusa e al riparo da tentativi di scasso;
  • fa uscire l’umidità in maniera uniforme e graduale;
  • comporta una perdita minima di calore.

 

L’aria fresca tende ad entrare dalla parte inferiore dalla finestra, mentre umidità e CO2 escono da quella in alto. In questo modo non ci sono spifferi, non entra acqua in caso di pioggia e salvaguardi il tuo isolamento termico. La ventilazione che ottieni è comoda e naturale, non ti obbliga a sprecare calore prezioso e ti regala un ambiente più confortevole e salutare.

Molto meglio che far arieggiare la casa in inverno, vanificando l’isolamento termico ottenuto con infissi in PVC o alluminio.

 

 

ActivPilot Comfort PADM è disponibile in diverse forme, a seconda delle tue esigenze. È la soluzione ideale se cerchi una porta finestra in PVC, che ti permetta di cambiare aria senza lasciare libero accesso ai malintenzionati. I design più particolari si prestano invece alle finestre di mansarde e piani interrati. L’apertura motorizzata, inoltre, è ideale per persone anziane e portatori di handicap.

 

 

COS.FER: serramenti a Milano e provincia

 

Stai cercando finestre in PVC o alluminio? Hai bisogno di una porta finestra in PVC o di finestre in legno alluminio? COS.FER ha tutto quello che ti serve, in tema di serramenti a Milano e provincia. Presso lo showroom di Vimodrone (MI) puoi trovare finestre in legno alluminio, alluminio legno e in PVC.

Tutti i prodotti sono i migliori sul mercato e si distinguono per l’alta qualità di materiali e tecnologia. In particolare, le finestre scorrevoli in PVC di COS.FER sono la soluzione perfetta per chi cerca design, sicurezza, comfort termico e risparmio energetico. Se vuoi saperne di più, contattaci o vieni a trovarci.