Consigli di acquisto per porte finestre sempre perfette

scegliere porte finestre più adatte

Le porte finestre sono spesso una scelta obbligata, essendo l’unica via di accesso verso giardini, balconi e terrazzi. Eppure, seguendo i giusti consigli possono migliorare il comfort di casa tua e anche aumentarne il valore. Dato che sono più grandi rispetto alle finestre tradizionali, infatti, fanno entrare più luce e aumentano il valore dei rapporti aeroilluminanti.

 

Purtroppo le porte finestre hanno un grosso problema: se scelte male, peggiorano l’isolamento termico. Inoltre, possono diventare uno sgradevole punto di accesso per i malintenzionati. Niente paura, però: ti basterà seguire i nostri consigli per l’acquisto di porte finestre pratiche e belle.

 

 

 

Sommario dell’articolo:

 

Consigli di acquisto per porte finestre sempre perfette

 

Quale materiale scegliere per le porte finestre

 

Porta finestra scorrevole o a battente?

 

Quante guarnizioni deve avere una porta finestra in PVC?

 

Come scegliere i vetri per le porte finestre in PVC (e non solo)

 

Come funziona la ferramenta anti-effrazione?

 

Come regolare una porta finestra in PVC o in legno alluminio

 

Ho la porta finestra al piano terra: consigli per la privacy

 

Consigli per arredare il soggiorno avendo tante porte e finestre

 

Quali sono le migliori porte finestre in PVC?

 

COS.FER., serramenti a Milano e provincia

 

 

 

 

Quale materiale scegliere per le porte finestre

 

 

Come detto più volte, il legno è un materiale problematico per gli infissi: ha bisogno di una manutenzione costante; si deteriora con facilità; perde il proprio potere isolante nel giro di qualche anno. Se si parla di porte finestre, presenta un ulteriore problema: a volte il legno non riesce a sorreggere il peso della ferramenta. Di conseguenza, l’anta continua a inclinarsi e va regolata con frequenza.

 

Per evitare questo problema e quelli legati all’isolamento termico, ti serve un altro materiale.

 

  • Porta finestra in PVC. Il PVC ha un ottimo potere isolante dal punto di vista sia termico sia acustico. Grazie alla sua versatilità, si presta a modelli di tante dimensioni ed è disponibile in una vasta gamma di colori. Se desideri che la tua porta finestra sia ancora più robusta, ti basta scegliere gli infissi in PVC-alluminio Aluclip.
  • Porta finestra in legno alluminio. Rispetto al semplice legno, il legno alluminio è più robusto e resistente. Grazie a questo, si presta sia alle finestre di grandi dimensioni sia alle porte finestre vere e proprie.
  • Porta finestra in alluminio legno. La robustezza dell’alluminio e il potere isolante del legno in un unico infisso. Si tratta di una soluzione un po’ meno versatile rispetto al PVC, ma perfetta per le porte finestre di grandi dimensioni.

 

 

Porta finestra scorrevole o a battente?

 

 

Buona parte delle richieste di consigli sulle porte finestre vertono sul tipo di apertura migliore. In realtà non esiste una risposta definitiva: tutto dipende dalle dimensioni del vano e dall’effetto che vuoi ottenere. Vediamo quali soluzioni hai a disposizione.

 

 

Porta finestra a battente

 

 

Se hai in mente una porta finestra in PVC di medie dimensioni, l’anta a battente è la soluzione più pratica. L’installazione non richiede lavori particolari, la manutenzione è minima e la resa estetica è sempre buona. Si potrebbe rivelare una scelta problematica se desideri una porta finestra molto grande: l’anta potrebbe risultare troppo ingombrante.

 

 

Porta finestra scorrevole traslante

 

 

Le ante scorrevoli traslanti sono quelle che scorrono sopra un’altra anta fissa. Nel caso di una porta finestra, hai una metà apribile e l’altra no. Perché scegliere una soluzione del genere? Per avere intere pareti di vetro, in modo da far entrare molta più luce. Inoltre, è un ottimo modo per avere i pregi delle porte finestre scorrevoli in PVC senza i difetti.

 

 

Porta finestra scorrevole interno muro

 

 

Si tratta di una scelta ideale per le grandi pareti con piccole porte. Devi infatti avere abbastanza spazio per far scorrere le ante dentro il muro, impossibile se desideri una porta finestra in PVC molto grande.

 

L’installazione di una porta finestra interno muro richiede diversi lavori di muratura, il che fa lievitare il prezzo finale.

 

 

Porta finestra a libro

 

 

Il compromesso tra porta finestra scorrevole e porta finestra a battente. La superficie della vetrata è divisa in tre o più ante. Quando apri la porta, queste scorrono l’una sull’altra e si piegano a libro. Il tutto occupa meno spazio di un’anta fissa ed è più facile da montare di una porta interno muro.

 

 

Quante guarnizioni deve avere una porta finestra in PVC?

 

 

Per quanto possa sembrare una domanda superflua, le guarnizioni sono diventate uno standard solo negli ultimi venti/trent’anni. Se hai ancora delle porte finestre risalenti agli anni ‘80, è possibile che non siano dotate di guarnizioni, con tutto quello che comporta. Puoi arginare il problema montando delle guarnizioni adesive, ma si tratta di una soluzione solo temporanea. In questi casi, l’unica cosa da fare è sostituire gli infissi.

 

Quante guarnizioni deve avere una porta finestra in PVC? Almeno due, se non addirittura tre. Una sola guarnizione non riesce a garantire un completo isolamento termico e acustico, quindi è insufficiente per gli standard attuali. D’altra parte, tre guarnizioni potrebbero essere più difficili da pulire. Un piccolo prezzo da pagare, per un isolamento termico al top.

 

Per quanto riguarda le porte finestre, ti consigliamo modelli con due guarnizioni di serie. In questo modo puoi stare certo che non avrai spifferi né problemi di chiusura. Se la porta finestra dà su una strada molto rumorosa, la tripla guarnizione dovrebbe migliorare le performance dell’infisso. A patto che tu abbia scelto serramenti e vetri di buona qualità.

 

 

Come scegliere i vetri per le porte finestre in PVC (e non solo)

 

 

Il più delle volte il focus è su come scegliere le finestre in PVC, trascurando un elemento altrettanto importante: i vetri. In una porta finestra, la superficie trasparente occupa una percentuale di superficie ancora più alta. Scegliere un vetro economico o poco isolante, significa pregiudicare l’efficacia anche degli infissi migliori.

 

Quali caratteristiche dovresti tenere in considerazione?

 

  • Gas Argon nei vetri. I vetrocamera sono ormai lo standard, ma non sono tutti uguali. In quelli più isolanti, l’intercapedine è riempita con gas nobili invece che aria disidratata. In questo modo disperdono meno calore e isolano meglio i suoni.
  • Trattamento basso-emissivo. Una delle due lastre è dotata di una membrana che aiuta a trattenere il calore dentro la stanza. Si tratta di una soluzione ideale se sogni vetrate da film, che occupano pareti intere.
  • Trattamento selettivo. Una delle due lastre del vetrocamera è trattata in modo da respingere i raggi infrarossi, così da far entrare la luce ma non il calore. Sono i migliori serramenti per una casa luminosa ma fresca, specie se la porta finestra dà a sud.
  • Vetri di sicurezza. Li consigliamo per le porte finestre in PVC o legno alluminio al piano terra. Una delle lastre del vetrocamera è realizzata con due strati di vetro legati da una plastica antistrappo. Quando il vetro si rompe, i frammenti rimangono attaccati alla plastica.

 

 

Come funziona la ferramenta anti-effrazione?

 

 

apertura porta finestra scorrevole

 

Continuiamo il nostro discorso sulla sicurezza. Se vivi in una zona tranquilla e tutto sommato sicura, il primo pensiero è la ferramenta anti-effrazione non serva. Bastano una bella porta blindata e delle normalissime persiane per stare tranquillo, non è vero? Peccato che gran parte dei ladri entri proprio dalle finestre e dalle porte finestre, complici i vecchissimi infissi in legno tanto diffusi nel nostro Paese.

 

I vetri di sicurezza per finestre rendono più difficile rompere il vetro e raggiungere la maniglia. La ferramenta, invece, serve a evitare che il ladro forzi l’apertura della porta con un piede di porco o un trapano. In che modo?

 

  • Buono spessore di anta e telaio, che rende più difficile bucare la porta finestra in PVC con un trapano.
  • Nottolini a fungo in acciaio lungo tutto il perimetro. Quando chiudi l’anta, scattano nelle apposite fessure e la bloccano da tutti i lati. In questo modo è più difficile strappare l’anta dalla sua sede.
  • Maniglia con pulsante o chiave, opzionale ma gradito. Rende impossibile aprire la finestra da fuori, anche bucando il vetro per raggiungere la maniglia. La consigliamo per le porte finestre di case vacanza.

 

 

Come regolare una porta finestra in PVC o in legno alluminio

 

 

Dopo qualche anno, anche le ante delle porte finestre in legno alluminio o PVC potrebbero aver bisogno di una regolata. Capirlo è semplice: allontanati di qualche passo e osserva la porta finestra nella sua interezza. La fessura tra le due ante dovrebbe essere uniforme sia sopra sia sotto. Se invece è un po’ più spessa sopra o sotto, significa che devi intervenire.

 

Per regolare una porta finestra in PVC ti serve solo una chiave a brugola, di solito di misura 4.  a questo punto fai come segue.

 

  1. Individua la cerniera da regolare, corrispondente al punto in cui la distanza tra le ante diminuisce.
  2. Cerca la vite: in alcuni modelli è posizionata di lato oppure è nascosta sotto un piccolo coperchio.
  3. Inserisci la brugola e ruotala in senso orario finché l’anta non torna nella sua posizione giusta.

 

Se ti accorgi di dover ripetere l’operazione con eccessiva frequenza, contatta il produttore e chiedi consiglio per le tue porte finestre.

 

 

Ho la porta finestra al piano terra: consigli per la privacy

 

 

Abbiamo visto tutti i consigli più tecnici sulle porte finestre, legati alla scelta dei materiali e delle tecnologie. Adesso passiamo agli aspetti legati al design degli interni di casa e a un grosso punto dolente: la privacy. Quando abiti dal primo piano in su, i problemi sono tendenzialmente pochi. Al piano terra rischi invece che chiunque spii in casa tua, anche senza volerlo. Come fare?

 

  • Tende. Tra i diversi consigli per la privacy con una porta finestra al piano terra, è sicuramente il più banale. Monta delle tende che nascondano l’ingresso e impediscano di sbirciare oltre la porta finestra.
  • Pellicola per vetri. Le tende bloccano la luce solare e possono diventare un problema, soprattutto se la casa è esposta a nord. Esistono però delle pellicole da attaccare ai vetri che trasformano i normali vetrocamera in vetri a specchio.
  • Piante e stuoie sul balcone. Per salvaguardare la privacy della tua porta finestra, ti viene in aiuto il giardinaggio. Decora il perimetro del balcone con vasi e piante rampicanti, che decorano e impediscono di sbirciare oltre le sbarre. Se non hai il pollice verde, possono andare bene anche delle semplici stuoie.

 

 

Consigli per arredare il soggiorno avendo tante porte e finestre

 

 

La mancanza di luce è uno dei problemi più frequenti nelle case di oggi. D’altra parte, lo è anche dover arredare un soggiorno in cui ci sono tante porte e finestre e porte finestre. In questi casi manca lo spazio per sistemare tutti i mobili tradizionali, che vanno poggiati contro le pareti. Per rimediare, devi usare un po’ di fantasia e un pizzico di ingegno.

 

  • Salottino vicino alla porta finestra ma non troppo. Se hai scelto delle porte finestre scorrevoli in PVC, non hai ante che creino ingombro in soggiorno. Puoi quindi sistemare il divano e le poltrone lì vicino, lasciando lo spazio necessario per entrare e uscire.
  • Libreria freestanding. Se la stanza è abbastanza spaziosa, sistema la libreria al centro della stanza invece che attaccata al muro. È un ottimo modo anche per creare un piccolo studio o un angolo meditazione.
  • Librerie ultra sottili. Non tutti hanno a disposizioni le metrature necessarie per una libreria freestanding. Se tu sei una di queste persone, scegli librerie e ripiani ultrasottili: ti permetteranno di sfruttare le pareti tra una finestra e l’altra.

 

 

Quali sono le migliori porte finestre in PVC?

 

 

Chiudiamo con qualche riga su quali sono le migliori porte finestre in PVC da scegliere per casa tua. COS.FER. ti propone diversi modelli, disponibili con anta a battente o con anta scorrevole. Vediamone tre in particolare e come si adattano alle tue diverse esigenze.

 

  • Aluclip, la soluzione se cerchi la comodità del PVC e la robustezza dell’alluminio. Il principio è lo stesso delle finestre in legno alluminio: due materiali per un’unica soluzione. In questo caso, il cuore dell’infisso è in PVC e lo strato esterno è in alluminio. Ciascun infisso è dotato di ferramenta anti-effrazione e vetri di sicurezza, l’ideale per una casa indipendente.
  • Essenziale, di nome e di fatto. I prodotti di questa linea hanno un profilo ultra sottile, in modo da lasciare più spazio alla superficie trasparente e lasciar entrare il 30% di luce in più. Noi di COS.FER. consigliamo le porte finestre in PVC Essenziale a tutti coloro che hanno vani piccoli e poca esposizione.
  • Energy è la porta finestra giusta se hai bisogno di tanto isolamento termico e acustico. Il modello è dotato triplo vetro e tripla guarnizione, cui si aggiungono la canalina Warm Edge e il trattamento basso emissivo. La soluzione migliore se vivi in montagna, vuoi un isolamento termico impeccabile o vivi in una zona molto trafficata.

 

 

 

COS.FER.: serramenti a Milano e provincia

 

 

Il migliore consiglio per l’acquisto di finestre e porte finestre? Rivolgiti a COS.FER. Nel nostro showroom di Vimodrone (MI) puoi trovare tutto quello che ti serve, dalla porta finestra in PVC nuova fino alle finestre in legno alluminio. Nel caso avessi difficoltà ad orientarti nella scelta, chiedi consiglio ai nostri esperti: ti seguiranno lungo tutto il percorso fino al post vendita.

 

Affinché tu abbia risultati sempre ottimali, i nostri esperti si occupano proprio di tutto. Sono loro a prendere le misure del vano finestra, in modo da scegliere gli infissi giusti per te. Ti propongono la tipologia di posa in opera migliore in base alle tue esigenze e al tuo budget. Infine, montano gli infissi affinché diano il meglio in termini di isolamento termico e acustico.

 

Per saperne di più, contattaci.