Consuma meno e vivi meglio con le finestre scorrevoli in PVC

finestre scorrevoli in PVC

Lo sapevi che il 30% delle dispersioni termiche dipendono dalle finestre? Significa che le tue finestre fanno uscire buona parte del calore, accumulato in casa. Il tuo impianto di riscaldamento fa quindi più fatica a mantenere la temperatura scelta e tu consumi di più. I serramenti migliori sul mercato riducono questo fenomeno, grazie a un alto potere isolante. Che fare se il tuo budget è limitato, però?

 

Le finestre scorrevoli in PVC ti garantiscono efficienza energetica a un prezzo competitivo. Sul piano delle prestazioni, non hanno nulla da invidiare agli infissi in legno. Quanto al lato estetico, oggi sono disponibili in una vasta gamma di colori e finiture. Gli finestre scorrevoli in PVC giallognole, sbiadite dal sole, sono solo un ricordo!

 

 

La trasmittanza termica degli infissi scorrevoli

 

La trasmittanza termica indica la quantità di calore che un materiale scambia con l’esterno. Più il valore è basso, più il materiale è isolante. Prendiamo le pentole in acciaio: messe in un ambiente caldo o freddo cambiano quasi subito temperatura. Gli oggetti in legno, invece, tendono a mantenere la propria temperatura più a lungo. Questo accade perché acciaio e legno hanno coefficienti di trasmittanza diversi.

Capirai bene quanto sia importante la trasmittanza nella progettazione e realizzazione degli infissi. Un materiale con un coefficiente molto alto assorbe tanto calore dall’interno e ne rilascia altrettanto verso l’esterno. Un materiale con un coefficiente basso, invece, assorbe e rilascia poco calore. In questo modo mantiene la temperatura interna costante e ti fa consumare di meno. Ecco perché i serramenti migliori hanno un coefficiente di trasmittanza molto basso.

 

  • Legno. Gli infissi in legno sono degli isolanti eccezionali, fin quando sono nuovi e in buone condizioni. Il legno a un coefficiente di trasmittanza molto basso, quindi disperde pochissimo calore. L’unico problema è che si deteriorano in fretta, essendo il legno sensibile agli sbalzi di temperatura e agli agenti atmosferici.
  • Alluminio. Preso da solo, l’alluminio è un pessimo isolante: ha un coefficiente di trasmittanza troppo alto. Data la sua resistenza, si tende a usarlo in combinazione con altri materiali isolanti come il legno. Ciò permette di sfruttarne i pregi senza sacrifici in bolletta.
  • PVC. Gli infissi scorrevoli in PVC sono resistenti come quelli in acciaio e isolanti come quelli in legno. Il PVC ha infatti un coefficiente di trasmittanza termica minimo, anche senza combinarlo con altri materiali. In più, è economico e facile da lavorare.

 

Durata degli infissi in PVC, alluminio e legno

 

Quando si parla di risparmio, devi considerare anche fattori come manutenzione e durata degli infissi. Di nuovo, il materiale influenza entrambi in maniera determinante. Gli infissi in legno, ad esempio, hanno un costo iniziale ridotto. Purtroppo richiedono una manutenzione regolare che aumenta il loro costo finale anno dopo anno. Questo non vale per gli infissi in alluminio o per quelli in PVC.

 

Tantissime persone si sono innamorate della durata degli infissi in PVC. Non hanno bisogno di manutenzione, se non un minimo di pulizia. Esposti agli agenti atmosferici, mantengono tutte le loro funzionalità per minimo 18 anni. Si stima però che possano durare anche 25/30 anni, mantenendo sempre un’elevata efficienza energetica. Al livello del PVC c’è solo l’alluminio, sotto questo punto di vista.

 

Quando i clienti chiedono se siano meglio gli infissi in PVC o alluminio, la durata dei due materiali è uno dei punti centrali. L’alluminio ha una durata eccezionale e non richiede manutenzione. Non si deforma, resiste alle intemperie, è robusto. Il problema è quello citato sopra: da solo è un pessimo isolante termico. Per ottenere infissi scorrevoli in alluminio di buon livello, bisogna usarlo con altri materiali. Di solito i risultati sono ottimi, ma gli infissi in PVC hanno costi minori.

 

Gli infissi in legno hanno il problema opposto rispetto a quelli in alluminio: isolano moltissimo e richiedono tantissima manutenzione. Il legno è infatti un materiale vivo, con tutti i pro e i contro. Se sei disposto a impegnarti in una manutenzione costante, le finestre in legno possono durare a lungo. Questo però comporta un dispendio notevole di energie, tempo e soldi. Inoltre, man mano che il legno si deteriora, l’efficienza energetica degli infissi diminuisce e tu cominci a spendere di più in bolletta.

 

 

Finestre scorrevoli in PVC e vetri

 

Il materiale in cui è realizzata una finestra determina buona parte del livello di dispersione termica della casa. Molte persone sottovalutano però un altro elemento: i vetri. Esattamente come i serramenti, anche i vetri possono contribuire a disperdere calore. Per questo motivo, i migliori infissi in PVC hanno vetri che contribuiscono a migliorare l’efficienza energetica dell’intera finestra.

 

Al giorno d’oggi si usa soprattutto i doppi vetri, che aumentano l’isolamento termico e acustico delle finestre scorrevoli in PVC. Sono vetri composti da due o tre strati separati da aria o gas. Rispetto ai vecchi vetri a uno strato solo, hanno un coefficiente di trasmittanza molto più basso.

 

 

COS.FER: i migliori infissi in PVC di Milano e provincia

 

Se cerchi serramenti a Milano e provincia, lo showroom di COS.FER ti aspetta a Vimodrone (MI). Le nostre finestre scorrevoli in PVC miglioreranno l’efficienza energetica di casa tua, facendoti risparmiare sulla bolletta. Inoltre, sono disponibili in vari modelli e design, adatti a tutte le esigenze e a tutti i budget. Se desideri ulteriori informazioni, contattaci o vieni a trovarci.