Infissi in legno e manutenzione: alcuni trucchi e consigli utili

manutenzione infissi legno

Le finestre in legno hanno prezzi più che abbordabili, sono naturali e si sposano con tutti i tipi di design. Essendo realizzate in un materiale vivo, assorbono parte dell’umidità nella stanza e la rilasciando all’esterno. Inoltre, garantiscono un isolamento termico e acustico perfetto, quanto meno subito dopo il montaggio.

 

Purtroppo anche le finestre in legno di qualità hanno un grosso problema: richiedono una manutenzione costante. Le superfici esterne vanno pulite con costanza, operazione non sempre facile quando vivi in condominio. Bisogna riverniciarle periodicamente e, nonostante tutti i tuoi sforzi, perdono buona parte del loro potere isolante in pochi anni.

 

In questo articolo vogliamo darti qualche consiglio di manutenzione per gli infissi in legno. Ti indicheremo anche delle possibili alternative al legno, più costose ma anche più durature e facili da mantenere.

 

 

Trucchi per la manutenzione ordinaria

 

 

Per avere una facciata sempre perfetta devi scegliere finestre in legno di alta qualità e tenerle pulite. La verniciatura esterna ha infatti una valenza molto più che estetica: serve a proteggere il materiale sottostante. Quando la vernice è scrostata, l’umidità penetra nel legno e ne intacca le caratteristiche fisiche.

 

Per ridurre il rischio che la vernice si rovini, devi pulirla con costanza e nel modo giusto.

 

  • Evita i prodotti aggressivi, come acetone e alcol.
  • Rimuovi la polvere con un pennello morbido e cerca eventuali crepe o segni di muffa.
  • Pulisci l’infisso con un panno morbido umido ma non bagnato.
  • In caso di sporco resistente, usa un detergente con PH neutro che non danneggi la vernice.

 

Ripeti l’operazione almeno due volte all’anno, in occasione dei cambi di stagione; se vivi vicino al mare, ripeti almeno quattro volte. In questo modo prepari le finestre alla stagione che viene e hai tempo per rimediare ad eventuali problemi. Approfittane anche per pulire e lubrificare la ferramenta con del teflon spray.

 

 

Come ritoccare gli infissi in legno

 

 

La parte più importante della manutenzione degli infissi in legno è la verniciatura periodica. Va fatta ogni 5-10 anni, tenendo conto di:

 

  • qualità della vernice che hai scelto;
  • attenzione alle operazioni di pulizia e ritocco;
  • qualità dell’aria. Se l’atmosfera è satura di salsedine o di smog, è probabile che la vernice si deteriori prima.

 

Se usi soltanto vernici di qualità, vivi in una zona nella quale l’aria è abbastanza pulita, ritocchi la vernice quando serve, puoi stare tranquillo per una decina di anni e passa. Per evitare di riverniciare gli infissi troppo spesso, ti basta rimediare ai piccoli problemi causati dalle intemperie.

 

  • Muffa. Se pulendo hai notato delle zone attaccate dalla muffa, devi intervenire il prima possibile. Applica una soluzione composta da 4 parti di acqua e 1 di aceto sulla zona, lascia agire e asciuga con un panno. In caso di danno esteso, rimuovi il legno danneggiato e riempi il buco con stucco epossidico.
  • Crepe. Trascurate, provocano il distacco della vernice e lasciano che l’umidità penetri nel legno. Alla lunga, possono causare la formazione di muffa anche nei serramenti in legno di alta qualità. Appena ne trovi una, leviga la zona con della carta vetrata fine, puliscila e dai almeno due mani di vernice.

 

 

Quale vernice scegliere per finestre in legno di qualità

 

Uno degli elementi più importanti per una buona manutenzione degli infissi in legno è la vernice. Per riverniciare o ritoccare ti serve una vernice adatta al materiale, pensata per resistere agli agenti atmosferici. Un prodotto di scarsa qualità tenderà a creparsi, staccarsi e provocare infiltrazioni di muffa anche nei serramenti in legno di alta qualità.

 

Prima di comprarla e di usarla, assicurati che la vernice che hai scelto abbia queste caratteristiche:

 

  • azione fungicida e insetticida, per proteggere il legno dagli insetti e dagli organismi che se ne nutrono;
  • resistenza ai raggi UV, che scoloriscono la vernice e la seccano;
  • microporosità, caratteristica tipica delle vernici a base d’acqua. Le vernici di questo tipo proteggono il legno e allo stesso tempo lo lasciano respirare. In questo modo è più difficile che si formino delle scaglie nel legno.

 

 

Taglia la manutenzione: scegli le finestre in legno alluminio

 

 

Il segreto del successo delle finestre in legno sono i prezzi eccezionali, di gran lunga inferiori rispetto ad altri prodotti. Vantaggio economico destinato a sparire in pochi anni, a causa della dispersione termica e dell’enorme manutenzione necessaria.

 

Perfino le finestre in legno di qualità cambiano nel tempo, a causa delle normali variazioni all’interno delle fibre. Il restringimento e l’ingrossamento delle fibre riducono il potere isolante della struttura, con conseguenze negative in termini di risparmio energetico. Una buona manutenzione può rallentare il fenomeno, evitare il completo deterioramento dell’infisso, ma non impedire l’inevitabile. Ecco perché conviene sostituire gli infissi vecchi.

 

Se ami gli infissi in legno ma non la loro manutenzione, puoi ripiegare sulle finestre in legno alluminio. La struttura è in legno, ma lo strato che dà verso l’esterno è in alluminio. In questo modo, la zona più vulnerabile dell’infisso è protetta dalle intemperie e puoi dire addio ai ritocchi periodici. Inoltre, sono più difficili da forzare rispetto alle finestre in legno tradizionali e sono quindi più sicure.

 

 

I migliori serramenti in legno alluminio di Milano sono da COS.FER.

 

 

Con le finestre in legno alluminio puoi dire per sempre addio alla manutenzione degli infissi in legno. Per scegliere le migliori, rivolgiti a COS.FER.: siamo un rivenditore Sciuker di Milano e ti proponiamo solo prodotti di alta qualità. Presso il nostro showroom di Vimodrone (MI) troverai una vasta scelta di finestre per una casa ben isolata e luminosa.

Visita il sito per saperne di più e contattaci subito per ulteriori informazioni.