Le meraviglie delle porte interne filo muro

modelli di porte interne

Quando decidi di ristrutturare casa, prendi in considerazione cose che prima ti sembravano poco importanti. Ti rendi conto di quanto siano importanti le piastrelle, ad esempio. Ti accorgi che la scelta dei sanitari non è facile come avresti pensato. Scopri quanti modelli di porte interne esistono e quanto è ampia la scelta.

 

Se devi ottimizzare spazi ridotti, ti sarai di sicuro reso conto di quanto siano utili le porte scorrevoli interne. Ti permettono infatti di risparmiare centimetri preziosi, che potrai utilizzare per inserire altri mobili o per riposizionare quelli che hai già. Una sotto categoria che conoscono in pochi ma che sta prendendo piede sono le porte filo muro scorrevoli.

 

Delle buone porte filo muro personalizzate possono dare un nuovo volto alla tua casa. I modelli a scomparsa ti aiutano a risparmiare spazio. Quelli a battente, invece, ti permettono di sfruttare meglio gli spazi e di adottare soluzioni di design innovative.

 

 

 

Sommario:

 

Le meraviglie delle porte interne filo muro

 

Cosa sono le porte filo muro

 

Porte filo muro scorrevoli

 

Montaggio delle porte filo muro scorrevoli

 

Porte a battente filo muro

 

Montaggio di una porta a battente filo muro

Telaio per porte filo muro

 

Porte filo muro per cartongesso

 

Porte filo muro senza maniglia

 

Vantaggi delle porte filo muro scorrevoli

 

COS.FER., porte filo muro a Milano

 

 

 

Cosa sono le porte filo muro

 

Prima di parlare di tutti i vantaggi delle porte filo muro, vediamo più nello specifico cosa sono e quali caratteristiche hanno.

Le filo muro sono porte prive di cornice e copri-fili, la cui superficie è del tutto raso parete. Quando le chiudi, si integrano nel muro circostante e diventano delle porte invisibili. Puoi quindi decorarle come parte della parete, dando così l’impressione di ambienti più grandi e meno affollati. Anche per questo motivo, trattasi di porte per interni moderne, apprezzate in particolare per i design contemporanei minimal.

 

Con le porte filo muro scorrevoli o a battente puoi sbizzarrirti con nuove interpretazioni di arredo. Puoi trasformare le pareti in un’unica tela, da decorare con adesivi murali o da dipingere in tinta unita per un effetto zen. Puoi inserire porte per sgabuzzini e stanze secondarie, senza interrompere la continuità dell’arredo. Il potenziale di queste porte è infinito e dipende in buona parte dall’effetto che vuoi ottenere.

 

A seconda di quello di cui hai bisogno e del tipo di stanza, puoi scegliere tra due tipologie di porte filo muro.

  • Porte filo muro scorrevoli. La porta scorre su dei carrelli posti all’interno del muro e quando la apri sparisce.
  • Porte a battente filo muro, quasi identiche a un’infinità di altri modelli di porte interne. L’unica vera – e fondamentale – differenza è l’assenza di telaio a vista.

 

Ciascuna tipologia ha i propri pregi e le proprie criticità. La scelta dipende in buona parte da questo e anche dal tipo di ristrutturazione che stai facendo. Il passaggio dalle porte classiche alle porte scorrevoli a scomparsa richiede infatti di intervenire sui muri, creando un vano che prima non c’era. Il montaggio delle porte a battente filo muro è invece abbastanza semplice.

 

 

Porte filo muro scorrevoli

 

Le tradizionali porte scorrevoli interne sono comode ma tutt’altro che invisibili. Quando le chiudi, rimane comunque un certo dislivello tra la parete e l’anta. Le porte filo muro scorrevoli si posizionano invece allo stesso livello della superficie che sta loro intorno. In questo modo hanno tutti i vantaggi delle porte scorrevoli da interno, con in più i pregi in termini di design delle soluzioni filo muro.

 

Se scegli porte filo muro personalizzate, puoi sbizzarrirti con le loro superfici. La soluzione più semplice è uniformare l’anta al resto della parete, si a livello di colore sia a livello di texture. Puoi coprire le porte con un sottile strato di legno, pietra, metallo. Puoi fare in modo che spariscano e che risultino quasi del tutto invisibili.

 

In alternativa, puoi trasformare l’anta in una sorta di quadro che sparisce e riappare quando apri e chiudi la porta. In questo caso, le porte filo muro a scomparsa hanno delle rifiniture che le fanno risaltare contro la parete. In base al design della stanza, puoi scegliere collage in legno o in altri materiali, che fanno risaltare la porta invece che nasconderla. Con le porte filo muro personalizzate puoi scegliere tu il tipo di decoro, trasformando le ante in piccole opere d’arte.

 

 

Montaggio delle porte filo muro scorrevoli

 

Queste porte filo muro hanno un montaggio complesso, specie se parti dalle classiche porte bianche laccate. Come nel caso delle altre porte scorrevoli interne, prima di tutto devi verificare che siano compatibili con le pareti esistenti. Ciò significa accertarti delle seguenti cose:

  • presenza di abbastanza spazio per inserire i binari e ospitare la porta dentro il muro una volta aperta;
  • assenza di tubi e cassette elettriche nello spazio che ospiterà la porta.

 

Una volta assicuratoti che non ci saranno problemi, allora devi montare il controtelaio all’interno della parete. Si tratta di una struttura portante in metallo che serve a fissare una finestra o una porta scorrevole. Ovviamente si sviluppa quasi del tutto all’interno della parete e presenta un binario che serve a far scorrere l’anta.

 

A differenza delle tradizionali porte scorrevoli a scomparsa, le porte filo muro a scomparsa hanno degli elementi pre-intonacati o predisposti a essere verniciati. Inoltre mancano tutte le finiture esterne classiche, come gli stipiti. La caratteristica principale delle porte filo muro è però la perfetta planarità alla parete: come si ottiene una cosa del genere?

 

Le porte interne filo muro sfruttano una tecnologia che fa scomparire il telaio. Grazie a una particolare guida, la porta si muove in avanti e si allinea al resto della parete. Per ottenere un risultato del genere serve una posa in opera fatta a regola d’arte e con precisione millimetrica. Altrimenti, rischi che la porta si sposti troppo avanti o troppo indietro, rovinando l’effetto finale.

 

 

Porte a battente filo muro

 

porte a battente filo muro

Nel caso delle porte a battente filo muro, la struttura è molto simile a quella delle porte tradizionali.

La differenza sta nella continuità con le pareti; in alcuni modelli, manca anche la classica fuga tra anta e telaio.

 

A seconda dell’effetto finale che vuoi ottenere, puoi scegliere un modello standard o verniciare tu stesso i pannelli porta.

 

Ottieni così delle porte filo muro personalizzate, che si mimetizzano con l’ambiente circostante in maniera quasi perfetta.

 

I modelli di questo genere sono utili soprattutto in caso di sottotetti e sottoscala, magari per nascondere l’ingresso di uno sgabuzzino.

 

 

 

Con le porte filo muro su misura scegli tu la forma e la dimensione della porta, che può essere rettangolare o quadrata o trapezoidale. In questo modo la porta si adatta all’ambiente e sparisce dentro il muro.

 

 

Montaggio di una porta a battente filo muro

 

Il montaggio di una porta a battente filo muro è abbastanza semplice e non richiede particolari opere murarie. Sono quindi modelli di porte interne adatti a tutti, anche a chi non vuole affrontare una vera e propria ristrutturazione. Attenzione però a rivolgerti a professionisti esperti ed evita il fai da te. Se vuoi un effetto finale perfetto, hai bisogno di un lavoro dalla precisione millimetrica.

 

Per installare il telaio devi:

  • creare degli appoggi a livello del pavimento e delle rientranze nel muro, all’altezza delle zanche;
  • poggiare il telaio e bloccarlo con delle molle, accertandoti che sia filo muro;
  • usare dei punti di cemento per fermare il telaio;
  • riempire gli spazi vuoti tra telaio e muro con malta cementizia;
  • applicare l’apposita rete in maglia attorno al telaio;

 

 

Dopo tutto questo, puoi montare la porta e verniciarla come preferisci o lasciarla così com’è.

 

Telaio per porte filo muro

 

Il telaio per porte filo muro è diverso rispetto ai telai normali? Sì, dato che deve essere invisibile e allo stesso tempo robusto. In primo luogo, ha subito un trattamento di anodizzazione per evitare che si ossidi. Inoltre, è stato rivestito con del primer per favorire l’adesione di vernici e carte da parati. Senza il primer, nel giro di poco tempo si formerebbero delle antiestetiche crepe sulla superficie.

 

Oltre a quanto detto sopra, il telaio per porte filo muro deve supportare delle particolari cerniere a scomparsa. Quando chiudi la porta, le cerniere spariscono all’interno della struttura.

 

 

Porte filo muro per cartongesso

 

Puoi usare le porte filo muro per il cartongesso? Certo che puoi, anche se ci sono alcune piccole differenze. Nel caso delle porte filo muro a scomparsa, i controtelai hanno una struttura aperta. In questo modo assomigliano all’intelaiatura metallica che si usa per collocare i pannelli in cartongesso. Nonostante abbiano un ingombro minimo, i controtelai hanno un’ottima resistenza alla flessione laterale. Sono quindi in grado di sopportare il peso e dell’anta e le spinte laterali.

Nel caso delle porte filo muro per cartongesso a battente, la differenza principale riguarda il montaggio. Manca tutta la parte di creazione dei vani e non serve il cemento per bloccare il controtelaio. L’operazione è quindi molto più semplice e richiede meno tempo, anche se rimane necessaria la mano di un professionista.

 

 

Porte filo muro senza maniglia

 

A questo punto ti starai facendo di sicuro una domanda: ma la maniglia? Come si aprono queste porte a filo muro? Ci sono diversi modelli di porte interne filo muro, con o senza maniglie. Nelle versioni a battente con, la maniglia è l’unico elemento di stacco sulla superficie. Esistono però anche versioni che ne sono prive.

Le porte filo muro senza maniglia hanno diversi sistemi di apertura, a seconda del tipo di porta e del modello.

  • Apertura automatica. La porta si apre mediante un motore a bassa tensione, controllabile con una pulsantiera. Anche quella a filo muro, ovvio.
  • Maniglia a incasso. In questo caso sarebbe sbagliato parlare di “porte filo muro senza maniglia”. La maniglia c’è, ma è invisibile come la porta. Per usarla devi schiacciarla con le dita, in modo che affondi e ti permetta di tirare o spingere la porta.
  • Occhiello di trascinamento. È un piccolo occhiello posto all’altezza della maniglia, da usare per tirare e spingere l’anta. Lo si usa per le porte scorrevoli a scomparsa.
  • Maniglietta tonda a incasso con serratura. Anche in questo caso, è un sistema pensato per le porte scorrevoli a scomparsa filo muro. Funziona come l’occhiello di trascinamento, ma in più permette di chiudere la porta a chiave dall’interno.
  • Meccanismo push and pull. Lo si usa soprattutto per le botole e gli sportellini. Per aprire la porta filo muro devi spingere, sbloccando il meccanismo a molla. Per chiuderla fai la stessa cosa.

 

Vantaggi delle porte filo muro scorrevoli

 

Le porte filo muro scorrevoli e a battente sono più complicate da montare rispetto alle altre. Ti starai chiedendo quindi se valga davvero la pena fare così tanta fatica per farle montare. La risposta attorno cui gira tutto l’articolo è sì, questo è ovvio.

  • Si integrano con la parete. L’abbiamo già detto: le porte filo muro hanno un montaggio complesso, ma garantiscono una continuità con la parete altrimenti impossibile. Se sei un amante del minimalismo zen, sono la soluzione migliore cui tu possa pensare. Ti basta verniciarle per avere una stanza priva di ingombri.

 

  • Sono personalizzabili. Puoi scegliere delle porte filo muro personalizzate per misura e design. In alternativa, puoi scegliere i modelli trattati con il primer da verniciare come più ti piace. Se hai un’indole artistica, questa è la tua occasione per ottenere porte per interni moderne e soprattutto uniche.

 

  • Ti fanno risparmiare spazio. Vale solo per le porte scorrevoli a scomparsa, ma vale la pena citare anche questo vantaggio. In un appartamento di medie dimensioni puoi risparmiare fino all’8% di spazio.

 

  • Modellano l’ambiente. Se sei uno che pensa in grande, punta sulle porte filo muro su misura. I modelli a tutta altezza ti consentono di aprire e chiudere la parete quando più ti piace. Immagina di poter far scorrere metà del muro che divide cucina e soggiorno, ad esempio. In occasione delle feste avresti tutto lo spazio che vuoi per grandi tavolate. Una volta finito il banchetto, ti basterebbe un gesto per avere di nuovo la tua parete.

 

  • Nascondono i vani di servizio. Con le porte filo su misura, nascondere gli sgabuzzini è facilissimo. Inserisci una porticina invisibile in corridoio o nel sottoscala, nascondendola sotto gli occhi di tutti. I modelli più piccoli sono perfetti anche per armadietti e vani più piccoli.

 

  • Vanno bene per tutte le pareti. Fermo restando che le porte filo muro scorrevoli hanno bisogno di determinati prerequisiti, puoi installarle su tutti i tipi di parete. Vanno bene per le pareti in muratura, ma anche per quelle in cartongesso. Devi solo prestare attenzione ad alcuni dettagli del controtelaio.

 

COS.FER., porte filo muro a Milano

 

Ti sei innamorato delle porte invisibili? COS.FER. ti propone una vasta scelta di porte filo muro a Milano. Non temere, però: non dovrai montarle da solo. I nostri esperti ti seguiranno dall’acquisto fino al montaggio. Si occuperanno in prima persona delle misurazioni, affinché tu possa scegliere i modelli che meglio si sposino a vani già esistenti. Installeranno controtelaio e telaio, così che la porta sia davvero filo muro.

Se invece preferisci rimanere sul tradizionale, puoi scegliere uno dei tanti modelli di porte per interni. Visita lo showroom di Vimodrone (MI) e scopri tutta l’offerta COS.FER. Per saperne di più sui nostri servizi, contatta COS.FER.