Porte da interno, quali scegliere secondo estetica e comodità

porta interna arredamento

La scelta delle porte interne deve essere effettuata con estrema attenzione al fine di consentire comodità durante il passaggio da una stanza all’altra ed, anche, un certo decoro estetico con l’intero ambiente.

 

Le porte interne possono essere, quindi, viste come parte dell’arredamento, motivo per cui sul mercato ne esistono di molteplici modelli a seconda sia delle esigenze che dei gusti estetici dei clienti: dalle porte interne a libro alle porte a vetri per interni, la gamma è molto ampia.

 

Tuttavia il primo passo da compiere prima dell’acquisto di una porta interna è utile valutare quale tipologia è la migliore valutando innanzitutto la praticità: se una stanza presenta dimensioni ridotte, per ovviare all’ingombro è possibile scegliere porte interne a scomparsa o a libro.

 

Successivamente è fondamentale scegliere il materiale e il colore che meglio si sposano con l’intero arredamento.

 

Affidarsi ad aziende competenti significa essere certi della qualità dei prodotti e dell’efficienza data dall’installazione. COS.FER. è un’azienda che dispone di molteplici porte per interni del marchio nazionale Bertolotto, il cui nome è una garanzia: da porte interne classiche a porte a soffietto su misura, i clienti possono trovare la porta perfetta.

 

 

Sommario:

 

Porte da interno, quali scegliere secondo estetica e comodità

 

Da porte interne classiche a porte moderne: quali scegliere?

 

Materiali per struttura e finitura delle porte interne

 

COS.FER: da porte a soffietto su misura a porte classiche

 

 

 

Da porte interne classiche a porte moderne: quali scegliere?

 

 

Le porte interne presentano delle funzioni specifiche: dal separare un ambiente da un altro, dall’attutire suoni e rumori, sino a donare una certa privacy in determinate stanze.

 

Pertanto la scelta di queste deve non solo seguire un gusto estetico personale o una linea di design di tutto l’arredamento, optando in tal senso per porte interne classiche o moderne, bensì deve anche essere fatta prestando attenzione al modello.

 

Sul mercato esistono molteplici porte interne che si adattano ad ogni esigenza soprattutto in termini di spazio, ossia l’ingombro dell’apertura nella stanza.

 

Dunque a seconda del sistema di apertura e chiusura, le porte interne si suddividono in:

 

  • Porte interne a battente: porte tradizionali formate da una o due ante che possono essere lisce o suddivise in pannelli. Le porte a battente possono essere tradizionali o moderne, ossia decorate secondo i propri gusti estetici. Questo modello vede l’apertura dell’anta corrispondente alla sua larghezza, dunque è necessario considerare tale aspetto al fine di non creare un’area di ingombro.

 

  • Porte interne a scomparsa: che si abbia o meno spazio le porte interne a scomparsa sono le predilette, poiché offrono un aspetto elegante all’ambiente e, soprattutto, una certa comodità. L’anta o le ante scorrono all’interno del controtelaio incassato a scomparsa nel muro, motivo per cui spesso si richiedono specifici interventi. Nel caso in cui ciò non fosse fattibile, è possibile optare per un’installazione dei binari all’esterno della parete.

 

  • Porte interne a libro: la scelta di queste porte generalmente è dettata dalla mancanza di spazio poiché esse, sovrapponendosi, permettono di dimezzare l’ingombro. L’apertura delle porte interne a libro avviene tramite lo scorrimento su una guida di un’anta, suddivisa in due o tre ante minori. Esse sono inoltre un’ulteriore valida alternativa rispetto a quelle a scomparsa, poiché non richiedono alcun tipo di intervento al muro.

 

  • Porte a soffietto su misura: questa tipologia di porte è molto simile a quelle a libro, tuttavia al posto della presenza di una guida esse si chiudono come una fisarmonica, ossia le aste verticali si piegano su se stesse a lato della porta.

 

Una volta scelta la tipologia di apertura che meglio si adatta alle proprie necessità, sia in termini estetici che funzionali, si passa alla scelta del materiale. Vediamo, tra le porte da interno quali scegliere per estetica e praticità.

 

porta interna a scomparsa

 

 

·       Porte interne a battente

 

Le porte interne a battente sono, senza dubbio, le più diffuse. Che siano tradizionali o moderne, la semplicità di installazione e la versatilità di queste porte interne le rendono uno dei prodotti più apprezzati.

 

Rispetto ad altri tipi di porte, le porte interne a battente rappresentano un’ottima scelta per gli ambienti più ampi, e quindi se non si hanno particolari esigenze di spazio. Infatti, esistono soluzioni migliori per le case di dimensioni più piccole, dove qualche centimetro in più fa la differenza.

 

Tra le porte interne a battente proposte da COS.FER., a marchio Bertolotto, trovi un’ampia gamma di modelli pronti a soddisfare qualsiasi esigenza. Dalle porte a battente più classiche, come la porta da interno linea Basic realizzata in legno di alta qualità, alle porte più moderne e dal design ricercato come la colorata Lop di Casa Zen o le linee Metromap e Costellazioni.

 

 

·       Porte interne a scomparsa

 

Le porte interne a scomparsa rappresentano un’ottima scelta per chi ha l’esigenza di ricavare più spazio all’interno dell’abitazione e, soprattutto, per chi è alla ricerca di una soluzione pratica e al tempo stesso elegante e raffinata.

 

In questo caso, l’anta della porta interna scorre su due binari e scompare, una volta aperta del tutto, all’interno del muro. Grazie a questo meccanismo, l’ambiente acquista maggiore ariosità, si gode di una visione più ampia sulle stanze e si recuperano centimetri di spazio che fanno sempre comodo.

 

L’unico inconveniente delle porte interne a scomparsa riguarda la loro installazione. Infatti, è fondamentale ricavare uno spessore all’interno del muro all’interno del quale far scorrere l’anta. Per farlo, è necessario che nella parete non passino cavi elettrici o tubi.

 

Inoltre, non si tratta della soluzione più economica dato che, prima dell’installazione, è necessario investire su interventi di muratura.

 

Eppure, c’è un’alternativa alle porte interne a scomparsa. Ovvero, le porte scorrevoli esterne. In questo caso, i binari su cui scorre l’anta sono esterni al muro, ma la parete deve risultare libera. In entrambi i casi, si può godere di tanti vantaggi, sia dal punto di vista funzionale che estetico.

 

 

·       Porte interne a libro

 

Se sei alla ricerca di una soluzione elegante e non hai problemi di spazio in casa, le porte interne a libro possono essere un’alternativa molto interessante alle porte a battente o alle porte scorrevoli a soffietto.

 

Si tratta, infatti, di un ibrido tra queste due ultime tipologie di porte interne. Le porte interne a libro sono costituite da due o tre ante che si piegano verso l’interno, permettendo di occupare meno spazio rispetto a una classica porta a battente.

 

Può sembrare una soluzione poco pratica e funzionale. In realtà, le porte interne a libro – oltre alle qualità estetiche innegabili – consentono un’installazione molto semplice ed è quindi possibile risparmiare in costosi interventi di muratura. Inoltre, sono meno ingombranti rispetto alle porte classiche a battente ed è possibile scegliere tra una vasta gamma di modelli e colori, come quelli a marchio Bertolotto.

 

 

·       Porte a soffietto su misura

 

Simili alle porte a libro, le porte a soffietto sono costituite da ante verticali che si chiudono “a fisarmonica” su un lato della porta, contro lo stipite.

 

Le porte a soffietto su misura rappresentano la soluzione ideale per dividere ambienti della casa non troppo grandi che non necessitano di isolamento acustico e termico, come le cucine o i ripostigli. Rispetto alle porte a battente, offrono più vantaggi dal punto di vista funzionale, perché risultano decisamente meno ingombranti. Inoltre, è possibile scegliere delle porte a soffietto su misura scorrevoli, che assicurano una maggiore facilità e agevolezza di apertura e risultano anche più eleganti dal punto di vista estetico.

 

Se un tempo le porte a soffietto non erano particolarmente apprezzate per la fragilità dei materiali e per la poca scelta a livello di design, oggi è possibile scegliere tra tanti modelli a seconda delle proprie esigenze, realizzati anche con materiali robusti, resistenti e pregiati.

 

Ma tra le porte da interno quali scegliere per resistenza, durevolezza e qualità dei materiali?

 

 

Materiali per struttura e finitura delle porte interne

 

 

Scegliere il materiale per le proprie porte interne dipende sia dalla tipologia di apertura, sia dalla qualità e dalla resistenza che si desidera avere. Generalmente per le porte a soffietto su misura il materiale impiegato è la plastica, viceversa, se si desidera avere porte a vetri per interni l’opzione potrebbe essere la tipologia a battente.

 

Ad ogni modo sul mercato esistono molteplici modelli che vedono porte interne a libro con inserti in vetro.

 

Tendenzialmente i materiali impiegati per la struttura di porte interne sono in legno o in vetro. In tal senso la scelta del legno dipende dalla qualità e dalla robustezza, ove è possibile optare per un legno massello, listellare o tamburato.

 

Per quanto riguarda invece una porta interna a vetro, è possibile scegliere tra quello temperato o quello stratificato: se il vetro temperato presenta una resistenza maggiore rispetto al vetro normale, quello stratificato è composto da due lastre, da 3 mm di spessore ciascuno, incollate su una pellicola.

 

porte interne casa

 

Oltre però al materiale per la struttura è importante considerare anche quello per le finiture delle porte interne: dalle diverse essenze del legno (noce, abete, rovere ecc) sino a materiali che imitano le nuances del legno, tra cui il laminato e il laminatino.

 

Nonostante ciò le porte interne di casa possono avere finiture laccate disponibili in diversi colori, per adattarsi ad un arredamento moderno, nonché possono avere delle incisioni decorative aggiuntive uniche ed originali.

 

Dunque, le porte interne non rappresentano più soltanto un elemento funzionale ma divengono anche un accessorio, capace di rendere la propria abitazione elegante, tradizionale o moderna.

 

Per questo valido motivo, è sempre meglio affidarsi ad aziende competenti nel settore per trovare la porta per interni perfetta.

 

 

·       Porte in legno

 

Difficilmente si resiste al fascino del legno. Le porte in legno sono, infatti, le più apprezzate e diffuse per dividere gli ambienti interni della casa e conferirgli eleganza.

Il legno è, inoltre, uno dei materiali più resistenti, duraturi e stabili, in grado di assicurare anche un ottimo grado di isolamento termico e acustico.

 

Nell’ampia gamma di porte in legno è possibile scegliere tra diversi modelli, essenze e finiture. Si possono distinguere quelle realizzate in legno:

 

  • massello o massiccio, il più pregiato e diffuso;
  • listellare, costituito da un listelli in legno massello sovrapposti che lo rendono particolarmente resistente e duraturo, viene poi rivestito con altri materiali come laminati o truciolare MDF;
  • lamellare, simile al listellare, costituito da lamelle o assicelle incollate tra loro tramite incollaggio a pressione, risulta molto più duraturo e stabile del legno massello;
  • tamburato, realizzato con listelle o con cartone alveolare e poi rivestito con compensato o MDF, assicura leggerezza e resistenza.

 

Nella vasta gamma di porte in legno Bertolotto, puoi scegliere diverse tipologie di porta e di modelli, dai più semplici ed essenziali ai più ricercati e stravaganti.

 

 

·       Porte laccate

 

Le porte laccate, lucide, opache o metallizzate, sono costituite da una struttura in legno massello, lamellare o tamburato, poi trattato al fine di ottenere un’ampia scelta di colorazioni e finiture.

 

Dalle classiche ed eleganti porte bianche laccate a porte realizzate rispettando i canoni di un design più moderno e contemporaneo, le porte laccate sono ancora oggi un prodotto molto apprezzato. Grazie alla loro versatilità e all’ampia gamma di varianti e modelli, si adattano perfettamente sia allo stile minimale ed essenziale che a quello più classico o di impronta shabby chic.

 

Le porte laccate Bertolotto, oltre a distinguersi per l’alta qualità dei materiali e delle finiture, offrono un’ampia scelta di colorazioni (tutti i colori della gamma RAL e 14 colori della cartella BP) e di combinazioni, anche con il vetro. Inoltre, su ogni porta viene impiegata una tripla mano di vernice, per assicurare un’alta resistenza nel tempo.

 

 

·       Porte in MDF

 

Le porte in MDF assicurano alta resistenza e versatilità. L’MDF (Medium density fiberboard, ovvero pannello di fibra a media densità), infatti, è costituito da fibre di legno fini e uniformi che vengono lavorate mediante un processo a secco.

 

Grazie all’utilizzo di resine speciali e alla pressatura a caldo, si ottiene un pannello duraturo, dalle eccellenti qualità meccaniche e performante dal punto di vista della resistenza.

 

Con COS.FER. puoi scegliere tra una vasta gamma di porte in MDF, personalizzate nelle colorazioni e nelle finiture in base alle proprie esigenze e al proprio gusto personale.

 

 

·       Porte impiallacciate

 

Leggerezza, ottimo rapporto qualità-prezzo e versatilità contraddistinguono i pannelli delle porte impiallacciate. Le porte impiallacciate sono costituite solitamente da pannelli di legno tamburato, quello utilizzato soprattutto nella produzione delle porte interne, ma possono anche essere realizzati con truciolare o legno multistrato.

 

Questi pannelli vengono poi rivestiti con fogli di legno di essenza nobile, chiamati piallacci, che possono avere diverso spessore, da 0,4 a 3 mm. Quello scelto per il rivestimento delle porte impiallacciate è un legno, tagliato lungo la vena dell’albero.

 

Se sei alla ricerca di una porta per interni resistente, versatile e leggera ma che somigli nell’aspetto a una classica porta in legno massello, allora le porte impiallacciate sono senza dubbio la soluzione ideale.

 

 

·       Porte in laminato o porte in laminatino

 

Le porte in laminato (o porte in laminatino) sono costituite da una struttura in legno listellare o tamburato e rivestite da un sottile foglio di materiale sintetico antigraffio: il laminato o il laminato sincroporo.

 

Si tratta di porte per interni molto resistenti e durevoli, ma che offrono anche un’ampia scelta di finiture. L’utilizzo del laminato, infatti, consente di riprodurre perfettamente le venature, le essenze e i colori del legno. Difficile notare la differenza.

 

Le porte in laminato Bertolotto, come i modelli Sydney 111 e Sydney Print, sono costituite da una struttura in legno tamburato e da una finitura esterna in laminato che assicurano un ottimo equilibrio tra design, leggerezza e resistenza all’usura.

 

Nella gamma di porte in laminato e porte in laminatino proposte da COS.FER., ci sono anche finiture di pregio come quelle del modello Materik, che riproduce perfettamente – sia al tatto che alla vista – la qualità e il pregio delle venature del legno spazzolato.

 

 

·       Porte in vetro

 

Tra le porte per interni, le porte in vetro rappresentano una scelta elegante e raffinata, che conferisce all’ambiente un tocco di modernità e personalità, oltre a donare un senso di maggiore luminosità e ariosità alla casa.

 

Esistono diverse tipologie di porte in vetro, dalle più classiche alle più moderne, ed ognuna può soddisfare esigenze specifiche. La porta può essere realizzata interamente in vetro, ma in questo caso è importante che il vetro sia temperato o stratificato  garantire maggiore sicurezza e un migliore isolamento.

 

Ovviamente, questa tipologia di porta può essere installata in qualsiasi parte della casa, ma a seconda dell’ambiente è possibile scegliere colori e abbinamenti diversi. Le porte in vetro possono essere combinate con profili in acciaio, che assicurano maggiore robustezza, e con materiali come il legno, per offrire un perfetto equilibrio tra l’eleganza più classica e l’essenzialità più contemporanea.

 

Con COS.FER. puoi scegliere tra un vasto assortimento di modelli di porte in vetro per interni Bertolotto, dalle linee classiche alle più originali, scegliendo colori, materiali da combinare e finiture in base alle proprie necessità.

 

Se ti stai chiedendo nell’ampia gamma di porte da interno quali scegliere, COS.FER. può aiutarti a valutare la soluzione migliore per la tua casa.

 

 

COS.FER: da porte a soffietto su misura a porte classiche

 

 

COS.FER. si occupa della vendita di porte interne, firmate Bertolotto, al fine di offrire ai clienti prodotti di qualità certificati Made in Italy.

 

All’interno del suo ampio catalogo si possono trovare da porte a vetri per interni a porte a soffietto su misura, con l’intento di rispondere alle diverse esigenze dei propri clienti. In tal senso qualunque sia la scelta del modello, i prodotti offerti da COS.FER. guardano alla resistenza e alla bellezza estetica.

 

Oltre a questo, l’azienda di Cologno Monzese dispone di ulteriori prodotti tra cui porte blindate per esterni, cancelli di sicurezza, zanzariere su misura, persiane in alluminio ma anche infissi e serramenti.

 

Il focus di COS.FER. è dato dal rispondere alle molteplici necessità dei consumatori, motivo per cui è un’azienda notevolmente competitiva sul suolo lombardo.

 

Se vuoi cambiare le porte interne non aspettare e contatta o scrivi. In base alle tue necessità e gusti estetici ti mostreremo la porta interna perfetta, perché noi di COS.FER. guardiamo sempre ai desideri dei nostri clienti.