Scegliere le finestre: qual è il miglior sistema di apertura per casa mia?

sistemi di apertura finestre

La scelta dei serramenti migliori per la propria abitazione non è soltanto difficile, ma è anche una questione da non prendere sottogamba per evitare cattivi investimenti.

 

E non c’è dubbio che la finestra sia una delle componenti più importanti, perché assolve a tante funzioni: prima fra tutte, l’isolamento dell’abitazione dall’ambiente esterno e, di conseguenza, il miglioramento del comfort abitativo.

 

Abbiamo affrontato più volte la questione della difficile scelta tra serramenti in alluminio o PVC, sia valutando i pregi delle finestre in legno alluminio che dando indicazioni sulla base del design della propria casa. Ma per scegliere le finestre nuove, però, c’è un ulteriore elemento da prendere in considerazione: la tipologia di apertura dei serramenti.

 

Che si tratti di serramenti in alluminio o in PVC, esistono diversi tipi di apertura degli infissi.

 

La scelta più banale è quella tra gli infissi scorrevoli e a battente, ma a questi si aggiungono quelli con apertura a ribalta o a bilico. Senza, inoltre, considerare tutte le varianti come, ad esempio: a un’anta o a due ante, con scorrimento a scomparsa, esterno muro o in linea.

 

Quindi, come orientarti tra tutti questi tipi di apertura degli infissi in PVC o legno alluminio per scegliere i serramenti migliori per la tua casa?

 

 

 

Sommario:

 

Scegliere le finestre: qual è il miglior sistema di apertura per la tua casa?

 

Come scegliere i serramenti migliori a partire dal materiale

 

Sistema di apertura delle finestre: quale scegliere

 

 

 

 

 

COS.FER, i migliori serramenti in legno alluminio o PVC a Milano e provincia

 

 

 

 

Come scegliere i serramenti migliori a partire dal materiale

 

 

Prima di parlare delle diverse tipologie di apertura delle finestre e aiutarti a valutare quelle più adatte per la tua abitazione, ecco qualche consiglio per sulla scelta del materiale.

 

Spesso, optare per un materiale piuttosto che un altro dipende soprattutto da scelte di design e di qualità dell’infisso. Ad esempio, per una casa che punta alla sostenibilità, si valutano materiali più naturali ed ecosostenibili come i serramenti in legno alluminio, che assicurano il massimo isolamento ed evitano, quindi, la dispersione del calore, lo spreco di energia e le emissioni di CO₂.

 

Inoltre, si tratta di infissi che possiedono innumerevoli qualità, sia in termini di protezione che di estetica.

 

Anche i serramenti in PVC assicurano ottime prestazioni in termini di isolamento termico e acustico e, spesso, rispetto a materiali come il legno e il metallo, garantiscono agli infissi una vita molto più lunga.

 

Se la scelta ricade su questo tipo di materiale, è importante che l’assemblaggio venga eseguito da posatori di infissi certificati e che le altre componenti (come vetri e profilati) siano di alta qualità. A questo proposito, ecco come assicurarsi che gli infissi in PVC durino a lungo e senza alcun intervento di manutenzione.

 

 

Sistema di apertura delle finestre: quale scegliere

 

 

Se la scelta del materiale è un tema delicato, anche quella del sistema di apertura delle finestre porta con sé un bel po’ di dubbi e perplessità. Tra finestre per open space e quelle per abitazioni più classiche e tradizionali, non è affatto facile capire su cosa orientarsi, soprattutto se non si conoscono le differenze e le caratteristiche di ognuno.

 

Non si tratta, infatti, esclusivamente di gusto personale ma anche di funzionalità e prestazioni. Passiamo in rassegna, quindi, i diversi tipi di apertura degli infissi per individuare quello più adatto per la tua casa.

 

 

·       Finestre senza apertura

 

I serramenti in alluminio o PVC che hai in salotto o in camera da letto sono, quasi sicuramente, tutti dotati di apertura. Spesso, però, in altre zone della casa meno vissute, come la cantina, la mansarda o la soffitta, le finestre sono senza apertura.

 

Infatti, se fossero dotate di apertura, le finestre all’interno di queste stanze tenderebbero comunque a rimanere chiuse per buona parte del tempo. E infatti, che bisogno ci sarebbe di dotarle di un sistema di apertura? In alcuni casi, nessuno. Ecco quindi che si usano degli infissi privi di apertura.

 

Le finestre senza apertura o fisse sono diffuse anche negli uffici, negli hotel e negli ambienti dotati di sistemi di climatizzazione come ristoranti e locali. Per quanto riguarda i materiali, si tratta quasi sempre di serramenti in PVC o alluminio, che assicurano un migliore isolamento termico sia nella stagione invernale che in quella estiva.

 

Essendo privi di apertura, inoltre, fanno sì che entri luce in abbondanza senza che si disperda il calore o il fresco all’interno dell’abitazione per colpa delle continue aperture e chiusure delle finestre.

 

 

·       Finestre con apertura a battente

 

Le finestre con apertura a battente sono senza dubbio tra le più diffuse, sia nei contesti abitativi che in quelli commerciali. In questo caso, l’anta è fissata lungo l’intera altezza del telaio mediante dei cardini verticali che ne consentono l’apertura e la chiusura.

A seconda delle dimensioni della finestra, è possibile anche sceglierne una con una sola anta o con due ante. Quest’ultima soluzione è una delle più apprezzate per quanto riguarda le porte finestre e una delle più diffuse è proprio la porta finestra a doppia apertura.

 

In questa tipologia rientrano serramenti di qualsiasi materiale, come le finestre in legno alluminio con apertura a battente che si prestano a qualsiasi contesto abitativo e sono estremamente versatili in termini di design.

 

È facile immaginarle in un appartamento così come in una villetta, ma c’è un problema da non trascurare: le ante occupano spazio. In caso di appartamenti di metratura molto ridotta, come loft e monolocali, è meglio evitare finestre con questo tipo di apertura. Sono inadatte anche le porte finestre più larghe di 70/80 centimetri, indipendentemente che si scelgano infissi in alluminio o in PVC.

 

 

·       Finestre con apertura a nastro

 

Le finestre con apertura a nastro non sono particolarmente diffuse nei contesti privati. Si tratta, infatti, di una soluzione ideale per ambienti commerciali o aziendali, in cui si ha l’esigenza di dare continuità con riquadri ripetuti per l’intero perimetro della stanza.

 

In questo caso, ogni riquadro è autonomo e apribile con diverse soluzioni: a ribalta (o vasistas) e a bilico (basculante).

 

o   Finestre con apertura a ribalta (o a vasistas)

 

Alcuni serramenti in PVC o alluminio con apertura a battente sono dotati anche di ribalta. L’apertura a ribalta o a vasistas può essere un’ottima soluzione per chi ha l’esigenza di risparmiare in termini di spazio senza rinunciare all’estetica.

 

Il lato inferiore della finestra ha delle cerniere che permettono di aprire esclusivamente la parte superiore della finestra, consentendo un buon sistema di areazione ed evitando di disperdere il calore o il fresco all’interno dell’abitazione in caso di apertura.

 

 

Siamo abituati a vedere le aperture a ribalta soprattutto nei bagni, proprio perché il sistema permette di far uscire il vapore della doccia senza dover spalancare la finestra. Ma non è l’unico ambiente ideale.

 

Infatti, la porta finestra a ribalta è perfetta anche per garage e soffitte, dato che facilita il ricambio d’aria evitando correnti e dispersioni di calore.

 

o   Finestre con apertura a bilico (o basculante)

 

Questo termine non ti suonerà molto familiare, ma tra le diverse tipologie di apertura è impossibile non citare anche le finestre con apertura a bilico.

 

Le finestre con apertura a bilico sono diffuse soprattutto nelle case che dispongono di una mansarda. I serramenti in PVC o alluminio di questo tipo sono dotati di un perno centrale sul quale ruota l’anta. In alcuni casi, il perno è decentrato e permette, in questo modo, di far entrare più aria e luce.

 

Le finestre con apertura a bilico sono le tipiche finestre per tetti:

  • occupano poco spazio;
  • fanno entrare luce e circolare l’aria;
  • non vengono utilizzate per esporsi all’esterno.

 

Difficilmente trovano collocazione in contesti diversi dall’appartamento mansardato. Al massimo, possono essere prese in considerazione nel caso in cui si possieda una soffitta che si desidera ristrutturare e trasformare in una stanza aggiuntiva.

 

 

·       Finestre con apertura scorrevole

 

Immagina un grande soggiorno che dà su uno splendido terrazzo o su un giardino. Nelle abitazioni più moderne, dove design e alte prestazioni sono componenti essenziali, le finestre scorrevoli soddisfano qualsiasi esigenza.

 

In questo caso, la porta finestra è a tutta altezza e occupa almeno metà della parete in larghezza. Capirai bene che un’apertura a battente con dimensioni del genere potrebbe risultare scomoda o costringerti a rinunciare ad alcuni spazi all’interno della tua casa. Molto meglio optare per delle ante scorrevoli.

 

Gli infissi scorrevoli sono disponibili in una vasta gamma di varianti, sia per chi è alla ricerca di finestre per open space che di porta finestra a doppia apertura. A seconda della stanza o del tipo di ambiente nel quale si desidera inserirli, è possibile scegliere tra le diverse tipologie.

 

finestre e porte finestre scorrevoli in PVC

 

o   Finestre con scorrimento a scomparsa (o a interno muro)

 

Se vivi in un monolocale e la tua esigenza più grande è quella di guadagnare spazio e non rinunciare a nulla, questa è sicuramente la soluzione giusta.

 

Le finestre scorrevoli in PVC a scomparsa o interno muro spariscono letteralmente all’interno della parete e offrono alte prestazioni in termini di efficienza energetica. Quando vengono aperte, infatti, non solo evitano che vengano occupati centimetri preziosi da scomode ante, ma garantiscono anche un ottimo isolamento dall’esterno.

 

Purtroppo, per dotarsi di questo tipo di finestre è fondamentale avere pareti già predisposte o, comunque, investire qualcosa in più per la predisposizione del montaggio della finestra all’interno del muro.

 

o   Finestre a scorrimento esterno muro

 

Se ti piacciono le finestre a scorrimento, ma vuoi evitare di spendere il tuo budget per quelle a scomparsa, esiste un’altra soluzione più adatta alle tue tasche.

 

Parliamo di finestre a scorrimento all’esterno del muro. In questo caso, l’anta scorre lungo i due binari attaccati alla parete della stanza e, di conseguenza, l’anta aperta rimane ben visibile e parallela al muro.

 

Si tratta di una soluzione davvero interessante, ma va da sé che è più adatta per le case di grande metratura e, soprattutto, con tanto spazio da lasciare inutilizzato. Le pareti con i binari potrebbero, infatti, risultare scomode per chi ha l’esigenza di occupare lo spazio con mobili o divani.

 

o   Soluzione per le finestre per open space, a scorrimento esterno muro

 

Se proprio non riesci ad abbandonare l’idea di acquistare le finestre a scorrimento esterno, puoi, in alternativa, posizionare i binari sulla facciata esterna dell’edificio.

 

In questo caso, eviterai di rubare spazio prezioso all’interno dell’abitazione e potrai montare facilmente gli infissi scorrevoli senza eseguire ulteriori lavori di muratura. Si tratta di una soluzione molto diffusa nelle case indipendenti, come villette e ville, apprezzata soprattutto come porta finestra.

 

Se abiti in un condominio, ovviamente, dovrai fare i conti con il regolamento e rischieresti, comunque, di “spezzare” l’uniformità della facciata.

 

o   Finestre a scorrimento in linea

 

Tra le diverse tipologie di finestre a scorrimento, ci sono quelle “in line”. Si tratta delle classiche finestre da ufficio, proprio quelle che occupano l’intera lunghezza delle pareti all’interno di aziende e coworking.

 

Questo tipo di infissi scorrevoli fa sì che metà finestra scorra sopra l’altra metà: una soluzione non ottimale per chi è alla ricerca di serramenti che rispondano alle esigenze di spazio, ma che permette di far entrare una grande quantità di luce all’interno della stanza.

 

o   Finestre con apertura a libro (per porte finestre)

 

Le finestre con apertura a libro sono molto apprezzate in ambienti di grandi dimensioni, e possono essere collocate sia all’interno che all’esterno dell’abitazione.

 

Questa soluzione è particolarmente consigliata per le zone living o per chi ha la necessità di separare l’ambiente esterno da quello interno, come nel caso di giardini e terrazze.

 

L’apertura a libro consente lo scorrimento delle ante che si sovrappongono l’una sull’altra, dando la possibilità sfruttare lo spazio interamente e unire due ambienti in modo estremamente pratico e funzionale.

 

o   Finestre con scorrimento a ghigliottina (o “saliscendi”)

 

Non farti influenzare dal nome poco rassicurante. Le finestre con scorrimento a ghigliottina rappresentano un’ottima alternativa alle classiche finestre scorrevoli in PVC con apertura orizzontale.

 

Siamo abituati a vederle soprattutto nei film americani e un po’ meno camminando per le nostre strade, se non nelle scuole o nelle case indipendenti. Si tratta di infissi scorrevoli in linea che offrono un’apertura verticale anziché orizzontale.

 

Per aprire la finestra dovrai, quindi, sollevare la parte inferiore, che si sovrapporrà meccanicamente a quella superiore. Per questo motivo, lo scorrimento a ghigliottina è anche detto “saliscendi”.

 

È probabile che le classi della tua scuola fossero dotate di finestre con aperture del genere. Il loro pregio? Permettono di far circolare l’aria senza aprire del tutto la finestra, risparmiando spazio e assicurando una minore dispersione del calore.

 

 

COS.FER, i migliori serramenti in legno alluminio o PVC a Milano e provincia

 

 

Sei alla ricerca di una classica porta finestra a doppia apertura per il tuo soggiorno o di una porta finestra a ribalta per il tuo bagno?

 

O sei indeciso tra le finestre in legno alluminio a battente e quelle a scorrimento per la tua casa indipendente? Oppure, ancora, vorresti installare delle finestre scorrevoli in PVC all’interno tuo monolocale che siano moderne e in linea con il contesto open space?

 

Qualsiasi sia il materiale o il tipo di apertura delle finestre su cui sei orientato, da COS.FER.  puoi scegliere tra una vasta gamma di serramenti in legno alluminio o PVC o alluminio legno che si adattano a qualunque contesto abitativo.

 

COS.FER. ti offre tutte le soluzioni in termini di prestazioni e design, consigliandoti la migliore sulla base delle tue esigenze e necessità e garantendoti un risultato eccellente e duraturo perché si avvale di posatori di infissi certificati.

 

Vieni a trovarci presso il nostro showroom di Vimodrone (MI) o contattaci per ulteriori avere maggiori informazioni.