Perché i serramenti italiani con marcatura CE migliorano la vita?

finestre italiane marcatura CE

 

Internet ti permette di accedere a prodotti di tutti provenienti anche dall’altra parte del mondo. Questo vale per libri, vestiti, infissi scorrevoli… Perché non dovresti risparmiare un po’ comprando serramenti provenienti dall’estero, magari per montarteli da solo? Perché questi serramenti non hanno il marchio CE, ovvero il bollino di qualità dell’Unione Europea.

 

Può darsi che a te le certificazioni interessino poco: in fondo sono solo simboli stampati sul prodotto e sulla confezione. In realtà dietro la sigla “CE” c’è un intero mondo che può migliorarti la vita. O peggiorartela, quando non c’è. Vediamo quindi insieme qual è il preciso significato della marcatura CE sui serramenti, cosa comporta all’atto pratico e perché ti tocca da vicino.

 

 

 

 

Ecco un sommario dell’articolo:

 

Perché i serramenti italiani con marcatura CE migliorano la vita?

 

Qual è il significato della marcatura CE dei serramenti

 

Da quando è attiva la marcatura CE sui serramenti e a cosa si applica

 

Quali sono i requisiti essenziali per la marcatura CE

 

 

La posa in opera è compresa nella normativa?

 

Oltre la marcatura CE: la norma italiana sulla trasmittanza termica

 

Il Made in Italy delle finestre in legno alluminio di qualità

 

Il design inconfondibile dei serramenti italiani in legno alluminio di qualità

 

Scegli i serramenti italiani, scegli COS.FER.

 

 

 

 

Qual è il significato della marcatura CE dei serramenti

 

 

La marcatura CE sui serramenti italiani ed europei sta per “Conformità Europea”. La si usa per gli infissi, per i giocattoli, i cosmetici e in generale per tutti i prodotti di largo consumo. Ti aiuta a riconoscere i prodotti realizzati secondo gli standard qualitativi vigenti nell’Unione Europea. Se vedi il marchio CE su un infisso o su un giocattolo, infatti, sai che è stato realizzato e distribuito nel rispetto delle normative. Se invece non lo vedi, devi cominciare a preoccupanti.

 

Per applicare il marchio CE sui propri serramenti, un produttore ne deve documentare:

 

  • progettazione;
  • provenienza delle singole componenti;
  • produzione secondo procedure che salvaguardino le caratteristiche del prodotto;
  • eventuali rischi legati all’uso;
  • modalità di installazione;
  • manutenzione;
  • modalità di smaltimento.

 

Per ciascuno di questi punti sono previsti test specifici che il prodotto deve superare. Se non li supera, non può ricevere il marchio. Un serramento senza marchio non può essere venduto in Italia o in Europa, quanto meno non legalmente. Inoltre, tutti i serramenti con marchio CE devono rintracciabili per singolo pezzo e per lotto di produzione. In questo modo è più facile identificare un eventuale lotto fallato e toglierlo dal mercato.

 

 

Da quando è attiva la marcatura CE sui serramenti e a cosa si applica

 

 

In Italia la normativa sulla marcatura CE dei serramenti è la UNI EN 14351-1. Pur essendo attiva dal 2007, l’obbligo assoluto di marchio CE per le finestre è scattato solo nel 2010. Nel corso dei tre anni di applicazione della norma, quindi, si potevano vendere finestre certificate e non certificate.

 

Se hai ristrutturato casa prima del 2010, è possibile che tu abbia infissi non a norma e che sarebbe meglio cambiare. Se il cambio di infissi è avvenuto tra il 2007 e il 2010, ti basta controllare la documentazione per verificare se c’è il marchio. Se invece è avvenuto prima del 2007, può contare solo sull’affidabilità di produttore e rivenditore ai quali ti sei rivolto.

 

La normativa si applica ai seguenti tipi di serramenti:

 

  • finestre;
  • porte finestre;
  • porte pedonali esterne;
  • porte esterne su vie di fuga;
  • finestre da tetto;
  • lucernari;
  • finestre a nastro, ovvero le file di finestre che occupano un’intera facciata;
  • finestre accoppiate;
  • finestre doppie.

 

L’obbligo di marchio CE sui serramenti si applica su tutti i tipi di apertura, indipendentemente dal numero di ante e dal tipo di movimentazione.

 

 

Quali sono i requisiti essenziali per la marcatura CE

 

 

La UNI EN 14351-1 spiega quali caratteristiche devono avere i serramenti per ottenere il marchio CE. Alcune di queste vanno certificate presso un Ente Notificato, mentre altre le può certificare il produttore stesso. Comprando un infisso con marchio CE sei quindi sicuro che abbia queste caratteristiche.

 

  • Tenuta all’acqua, non devi avere paura che ti piova in casa anche se hai le finestre chiuse. Caratteristica non così ovvia, dato che in alcuni infissi di vecchia generazione le guarnizioni tendevano a staccarsi dopo qualche anno.
  • Resistenza al vento. Salvo uragani, puoi stare tranquillo.
  • Assenza di emissioni tossiche, quanto meno verso l’interno. Ciò significa che i serramenti sono realizzati usando colle e vernici sicure.
  • Resistenza meccanica e stabilità a fronte degli stimoli più comuni. La normativa sulla marcatura CE dei serramenti non impone che siano tutti a prova di scasso. Piuttosto, ti assicura che tu possa aprirli e chiuderli quante volte vuoi senza che si rompano.
  • Trasmittanza termica. In realtà il marchio CE sui serramenti non indica un livello di trasmittanza termica preciso. Significa solo che il produttore ha calcolato e dichiarato il valore in questione. Dopodiché, sono i singoli Paesi dell’Unione a imporre un valore massimo. Nel caso dei serramenti italiani, la trasmittanza termica massima è 3.2 W/m2K (solo nei comuni nella zona climatica A e B, ovvero i più caldi).

 

 

La marcatura CE per i serramenti in legno

 

 

La marcatura CE per i serramenti in legno richiede un passetto in più, dato che il produttore è tenuto a usare solo legno certificato. Il materiale usato per infissi, travi e parquet è infatti detto “legno ad uso strutturale” e deve avere determinate caratteristiche.

 

Prima di poter usare per il legno per gli infissi italiani ed europei, bisogna verificare:

 

  • prestazioni meccaniche, come la resistenza alla flessione e alla trazione;
  • qualità di incollaggio e di laminazione, nel caso del legno lamellare;
  • durabilità e resistenza agli agenti atmosferici;
  • utilizzo si sostanze pericolose per la salute nel corso della lavorazione, come la formaldeide;
  • resistenza al fuoco.

 

 

La marcatura CE per i serramenti in alluminio

 

 

Come nel caso del legno, ci sono delle regole anche per la marcatura CE per i serramenti in alluminio, i serramenti in alluminio legno e i serramenti in legno alluminio di qualità. Qualunque elemento strutturale realizzato anche solo in parte in acciaio, infatti, deve rispettare dei requisiti minimi di resistenza.

 

Il progetto di un infisso con elementi in alluminio deve riportare:

 

  • specifiche del materiale;
  • eventuali trattamenti eseguiti su di esso;
  • specifiche delle saldature;
  • specifiche di eventuali bulloni usati, che devono essere resistenti quanto il resto.

 

Alcune lavorazioni modificano il materiale e rischiano di renderlo meno resistente; il taglio termico è tra queste. Il produttore è tenuto quindi a testare la lavorazione, assicurandosi che l’alluminio mantenga le proprie caratteristiche.

 

 

La marcatura CE per i serramenti in PVC

 

 

Quando si parla di infissi in PVC, si pensa sempre a prodotti da poco che si sciolgono al sole e ingialliscono subito. In realtà il fenomeno è scongiurato dalla norma EN 12608 e dalla normativa sulla marcatura CE per i serramenti in PVC. Per essere a norma, le finestre in PVC devono avere profili resistenti anche alle alte temperature e al sole.

 

Oltre che essere resistenti, gli infissi in PVC devono essere realizzati con una formulazione ecologica. In poche parole, devono essere:

 

  • riciclabili al 100%;
  • privi di piombo;
  • realizzati con Calcio-Zinco.

 

Eventuali modifiche effettuate alle sezioni dei profili devono essere controllate, affinché queste migliorino o lascino immutate le funzionalità delle finestre.

 

 

La posa in opera è compresa nella normativa?

 

 

Il marchio CE sui serramenti riguarda i prodotti finiti messi in vendita, non il modo in cui vengono montati. Eppure abbiamo visto quanto è importante scegliere operai qualificati per la posa in opera. Anche i migliori infissi in PVC o in legno alluminio servono a poco, se montati male.

 

Purtroppo non ci sono norme europee che prevedono una certificazione per i posatori di infissi, almeno per il momento. L’unica cosa che puoi fare è scegliere serramenti italiani presso rivenditori di comprovata affidabilità. In questo modo puoi stare certo di avere ottimi infissi montati nel modo giusto. In caso di posa in opera non adeguata, invece, c’è la direttiva n. 2001/95/CE.

 

 

Come detto, non esiste una marcatura CE per la posa in opera dei serramenti. In compenso, per la legge italiana chi effettua il montaggio deve garantire sicurezza e prestazioni degli infissi. In teoria la responsabilità sarebbe del produttore, che è tenuto a realizzare un manuale per il montaggio corretto. A questo punto la responsabilità di eventuali errori passa agli operai che effettuano il lavoro.

 

 

Oltre la marcatura CE: la norma italiana sulla trasmittanza termica

 

 

Il marchio CE per i serramenti vale per i prodotti realizzati in tutta Europa, non solo in Italia. In teoria, potresti usare finestre comprate in Francia o in Germania senza problemi. In realtà, accanto alla certificazione internazionale ce ne sono altre di carattere nazionale. Tutte queste norme sono su misura per le esigenze nostrane e si applicano ai prodotti realizzati e venduti in Italia.

 

Nei paragrafi precedenti abbiamo già intravvisto una norma italiana, quella che regola i valori di trasmittanza termica. Gli infissi venduti e montati nelle varie zone d’Italia devono garantire un livello minimo di isolamento, che cambia in base alla zona. Dove fa più caldo è tollerato un valore più alto, dove fa più freddo la norma è più stringente. Se gli infissi che monti non rispettano questi valori, non hai diritto a sgravi fiscali come l’Ecobonus.

 

Alcune regioni e province si sono mosse per rendere queste norme ancora più stringenti. In Lombardia, in provincia di Trento e in Emilia Romagna ci sono dei limiti obbligatori per chiunque sostituisca gli infissi. Anche per questo motivo, ti conviene puntare su serramenti italiani realizzati in modo da rispettare tutte queste direttive.

 

 

Il Made in Italy delle finestre in legno alluminio di qualità

 

 

Di solito colleghiamo il Made in Italy ai vestiti e al cibo, difficilmente ai serramenti. Ciò non toglie che il nostro Paese ospiti delle eccellenze nel campo, che realizzano prodotti di livello e allo stesso tempo amici dell’ambiente. Sciuker ne è un esempio.

 

COS.FER. è uno dei rivenditori Sciuker presenti nel Nord Italia. Sul nostro sito puoi trovare serramenti in legno alluminio di qualità, tutti prodotti da Sciuker secondo i criteri europei e italiani. C’è di più, però: tutti gli infissi in questione sono concepiti per avere un impatto ambientale minimo. Insomma, sono una scelta vantaggiosa sul piano pratico e su quello etico.

 

I serramenti Sciuker hanno ovviamente il marchio CE e sono realizzati con legno strutturale a norma. Hanno inoltre queste caratteristiche:

 

  • quantità minima di materie plastiche;
  • legno ricavato da foreste certificate PEFC e FSC;
  • realizzazione nello stabilimento produttivo di Contrada (AV), alimentato per l’80% con energia solare;
  • pochissimi scarti di produzione.

 

Abbiamo quindi un esempio di serramenti “Made in Italy” che vanno oltre i semplici obblighi di legge. Quando compri prodotti del genere non hai solo finestre in legno alluminio di qualità. Hai finestre di qualità e realizzate nel rispetto dell’ambiente. Si tratta di qualcosa di fondamentale per te e per le prossime generazioni, che infissi comprati a poco prezzo su internet non ti possono garantire.

 

 

Il design inconfondibile dei serramenti italiani in legno alluminio di qualità

 

 

La tradizione artigianale italiana si esprime da sempre nella produzione di mobili e in quella di finestre in legno di qualità. Quest’ultima si è spostata su materiali più adatti al risparmio energetico, ma la sostanza è rimasta la stessa. I nostri produttori mettono sempre la stessa cura nel design dei nuovi prodotti, dando alla luce i migliori infissi in PVC e serramenti in legno alluminio di qualità.

 

Qual è il segreto di un livello così alto, che supera di gran lunga gli obblighi dati dalla normativa sulla marcatura CE dei serramenti?

 

  • Forte impiego di manodopera artigianale qualificata, anche per prodotti che in apparenza hanno poco a che fare con l’artigianato.
  • Cura per il dettaglio.
  • Ampio spazio alla personalizzazione: spesso il cliente può scegliere dimensioni, colori e finiture.
  • Investimenti continui nell’innovazione, che permettono di realizzare i migliori serramenti per una casa luminosa e molte altre soluzioni all’avanguardia.
  • Cura nella scelta dei materiali, come nel caso degli infissi Sciuker.

 

 

Scegli i serramenti italiani, scegli COS.FER.

 

 

COS.FER. è un’azienda che opera nel Nord Italia, in tutta la Lombardia e in parte di Veneto e Piemonte. Siamo rivenditori Sciuker e proponiamo i migliori infissi in PVC e in legno alluminio della zona, tutti rigorosamente a norma di legge. I nostri serramenti hanno tutti il marchio CE e sono realizzati secondo le normative nostrane. In più, lavoriamo per riempire il grande buco normativo di cui soffre il settore: la certificazione dei posatori.

 

Come detto, non esiste una certificazione europea per chi vuole lavorare nel campo delle installazioni. Ci sono però corsi dedicati e dei protocolli di qualità, come CasaClima. Tutti i nostri posatori sono quindi qualificati ed esperti, così da garantirti un lavoro di alto livello. Ti possono consigliare le soluzioni di montaggio più adatte a te e alla tua casa; si occupano anche di misurare i vani finestra, per evitare errori nella scelta degli infissi.

 

COS.FER. ti propone un’ampia scelta di serramenti italiani, che puoi toccare con mano presso il nostro showroom di Vimodrone (MI). Ti proponiamo i migliori serramenti per una casa luminosa e isolata, disponibili in PVC, legno alluminio e alluminio legno. Visita il sito per saperne di più e vieni a trovarci per vederli tutti: ti daremo tutti i consigli che ti servono. Se vuoi saperne di più riguardo i nostri servizi, contattaci.